XTEMPO, IL RITMO CHE CAMBIA di Serena Suman

Il manager dal volto umano di Fredmund Malik
29 gennaio 2018
Creative al ForumClub Gallery a BolognaFiere
9 febbraio 2018
Mostra tutto

XTEMPO, IL RITMO CHE CAMBIA di Serena Suman

XTEMPO, IL RITMO CHE CAMBIA di Serena Suman

….perché nel movimento è insita la vita,

perché nel movimento puoi ritrovare ogni parte di te,

che giorno dopo giorno hai creato,

in quella globalità che rende unico l’individuo,

il movimento è meravigliosa funzione dell’esistenza umana…..

Il ritmo che esiste in ognuno di noi si manifesta in ogni giorno della nostra vita. Tutto è ritmo: il respiro, il cuore che batte, la scrittura, la lettura….. Si parla di ritmi circadiani e di ritmi sonno-veglia. Il ritmo è qualcosa che è insito nella stessa natura umana, riconosciuto o meno ci accompagna da sempre.

Recenti studi dimostrano come l’embrione sia anzitutto un organismo motorio sensibile alla variazione del ritmo, ed il tono, manifestazione più evidente dell’energia biologica, caratterizza ogni istante il dinamismo proprio dell’organismo. Il tono muscolare è quella reazione alle stimolazioni del mondo esterno che creano in noi delle risposte di aggiustamento all’ambiente. Immaginiamo di essere in una situazione poco motivante, noiosa.

Poco alla volta incominceremo ad accasciarci sulla sedia, a sbadigliare e ad estraniarci dalla situazione pervasi da un senso di malessere ed inutilità.

Probabilmente se successivamente dovessero chiederci che cosa abbiamo sentito non saremmo neppure in grado di ripeterlo perché la nostra attenzione è stata pari a zero.

Ribaltiamo ora la situazione. Facciamola diventare motivante, divertente, allegra. Il nostro tono muscolare sarebbe al massimo, l’attenzione molto alta ed il ricordo molto piacevole.

Prendiamo una lezione di fitness musicale. Incrementiamone l’aspetto ludico, rendiamola motivante, allegra, semplice ed accessibile. Ed introduciamo una nuova variabile: la variazione di ritmo. Risultato?

Una modificazione del sistema nervoso centrale. Il cambiamento ritmico induce uno stimolo eccitativo esterno che giunge alla formazione reticolare che si trova all’interno del tronco cerebrale.

Con il suo intreccio di centinaia di neuroni, essa è preposta al mantenimento delle funzioni vitali e alla regolazione del livello di coscienza.

Modificazioni del livello di coscienza e di vigilanza sono provocate dalla variazione di eccitazione della formazione reticolare, possibilità che otteniamo grazie all’aumento del ritmo. La velocità aumenta ed il divertimento cresce sempre di più, ma non solo.

La modificazione del ritmo induce ad avere una soglia di attenzione molto alta così il movimento che non è mai uguale, ma sempre in cambiamento, porta all’attivazione della corteccia cerebrale. Traduzione di tutto questo??? Un ascolto globale del tuo corpo, un qui ed ora che, ai nostri giorni, pare difficile se non impossibile.

Ma non finisce qua: la piacevolezza del movimento variato, le sensazioni cinestesiche che passano per il corpo, creano un attivazione del sistema limbico, il quale ha complesse interazioni nervose e biochimiche con la corteccia cerebrale, e viene considerato oggi l’elemento encefalico che presiede alla memoria, alle emozioni.

Ogni volta che ricordiamo qualcosa di emotivamente piacevole, il sistema limbico si attiva facendoci provare lo stato di benessere.

E’ una sorta di magazzino di memoria emotivo-emozionale. Uno stato di benessere profuso ci fa sentire motivati ed assolutamente adatti ad una situazione, nutrendo così la nostra autostima e senso di autoefficacia.

Un vero tocca sana per lo spirito. Nella well life tutto questo si traduce in un innovativo sistema che fa, della variazione di ritmo, la sua unicità: x-tempo.

Quando ad allenarsi non è solo il fisico ma bensì la tua globalità, mente compresa.

Un beneficio a 360° che nella sua semplicità abbraccia qualcosa che troppo spesso viene dimenticato: il divertimento, semplice e puro ma che ci motiva e ci fa sentire liberi di esprimere la parte di bambino che in noi deve sempre continuare a vivere.